fbpx
La dura vita dell’imprenditore micro(bo)?

La dura vita dell’imprenditore micro(bo)?

La dura vita dell’imprenditore micro(bo) 

Quando Hai aperto il Box, hai deciso di diventare un Microimprenditore …. ci chiamano così, perché sotto il milione di euro di fatturato questo siamo, dei MICRO…BI.

Quello del microimprenditore è il mestiere più difficile che ci sia, perché è pieno di insidie ed è facile cadere in trappole micidiali.

Mi spiego: il microimprenditore è una via di mezzo da un dipendente e un imprenditore vero (quello che fattura soldi veri non le briciole che fatturiamo noi con i nostri Box).

1

Trappola numero 1 diventare un dipendente di te stesso

“Se la tua attività dipende da te, non sei proprietario di un’azienda, hai un lavoro. Ed è il peggior lavoro al mondo perché lavori per un pazzo! “(Michael Gerber)

Da queste parole di Gerber risulta evidente il primo pericolo in cui incorri: quello di diventare l’ONE MAN SHOW della tua attività. Se vai via tu, si chiude, se non fai tu le class, le pulizie, la reception e magari anche qualche ballo caraibico per intrattenere i clienti, il Box chiude.

Non puoi prendere ferie, non puoi fare un week end con la tua famiglia, non puoi allontanarti per più di 5 metri dal Box.

E quello che guadagni, in nero (perché di pagarti i contributi neanche se ne parla) è la metà di quello magari che guadagnavi qualche anno fa quando eri un dipendente, con contributi ferie, e magari anche macchina e altri benefit.

Cioè …. ti sei comprato un lavoro, assumendoti tra l’altro il rischio imprenditoriale che prima non avevi.

Se sei in questa casistica, pensa all’affare che hai fatto aprendo un Box.

2

Trappola numero 2

fare attività che non dovresti fare

Senza tanti giri di parole, ecco cosa NON dovresti fare al Box:

  • essere inserito nel piano class (mai più di due class a settimana ti sono concesse)
  • fare le pulizie
  • fare tutte quelle attività che potresti delegare a qualcuno che ti costerebbe 10-15 euro all’ora (esempio reception e data entry contabilità)

Sì hai capito bene: NON DOVRESTI FARE CLASS, e …. mi spiace, non è perché te lo dico io, è perché TU ti sei scelto un mestiere che non ha nulla a che vedere con quello del Trainer: il Box Owner.

Se volevi fare il Trainer, dovevi farti assumere da qualche palestra o Box e fare il Trainer.

Fare le class, le pulizie ecc, sono esattamente quelle attività che tolgono tempo a quello che invece dovresti fare per evitare di vedere il tuo Box mangiato dalla concorrenza da qui a due anni.

3

Le vere attività del Box Owner

Quali sono le attività del Box Owner allora?

Sono tutte quelle attività che se dovessi delegare a qualcun altro, avrebbero un costo orario proibitivo.

Facciamo qualche esempio:

  • fare analisi e simulazioni sul bilancio della tua azienda
  • lavorare sul marketing della tua attività
  • struttura un buon piano di comunicazione e di attrazione clienti

Insomma tutte quelle attività di cui non sai proprio nulla, diciamocelo chiaramente, e che ogni tanto ti viene voglia di delegare all’esterno, assoldando ad esempio una web agency.

Ecco, questa è una di quelle mega boiate che ho visto fare decine di volte: assoldare qualche cialtrone che si vende come esperto di marketing e comunicazione, e per un 4-500 euro al mese ti promette un sacco di ‘mi piace’ sulla tua pagina facebook, e i più disonesti anche più clienti.

Lascia perdere quindi le Web Agency e gli altri farlocconi che trovi in giro, e comincia a ragionare: cosa e come fare per portare nuovi clienti al tuo Box è mestiere tuo, non di qualcun altro.

NON DELEGARE AD ALTRI QUELLO CHE E’ IL TUO LAVORO DI MICROIMPRENDITORE: trovare clienti è esattamente il mestiere che hai deciso di fare quando hai aperto un Box.

Quello che può fare qualcuno dall’esterno che viene a fare il tuo lavoro, è bruciarti la cassa alla velocità della luce, lasciandoti in mutande in men che non si dica.

“Quindi? Che devo fa’?”

Hai una sola scelta: TI DEVI FORMARE!!

Imparare a fare l’imprenditore significa imparare tutte queste attività a cui forse non avevi nemmeno mai pensato, e dove probabilmente non sai nemmeno da dove partire per cominciare a farle.

Esattamente come ti sei formato per fare il Coach, ora ti tocca formarti per fare l’Imprenditore, anzi, Il Microimprenditore.

Perché, diciamoci la verità, tu non hai idea di cosa stia dicendo quando ti parlo di bilanci, marketing, comunicazione e di come si fa a governare i processi che portano clienti al tuo Box.

Io questo giochino l’ho capito fortunatamente 4 anni fa, e oggi finalmente ho messo in piedi dei Box che funzionano come aziende.

Ci ho messo anni però per costruire dei processi funzionanti per l’acquisizione clienti, e come hai visto ho speso un patrimonio e dedicato molto tempo alla mia formazione!!

Ma anche io come te sono partito da zero: non avevo proprio idea di come si facesse l’imprenditore, sono caduto in tutte le trappole e ho commesso tutti gli errori possibili e immaginabili, prima di rendermi conto che fare l’imprenditore non si impara in fai da te, ma bisogna andare da chi questo mestiere lo sa fare e sa fare a trasmetterti le sue conoscenze.

Io non faccio più class, se non saltuariamente  per piacere, non ho mai fatto le pulizie al mio Box e non ho mai fatto tutte quelle attività a basso valore aggiunto che potevano essere delegate ad altri.

Ti do qualche numero e qualche informazione in modo che tu capisca di cosa sto parlando:

  • non giro in Mercedes
  • non vivo in una villa con piscina ma in un bilocale
  • non fumo, non bevo e non spendo soldi in puttane e divertimenti da 12enne

ma….

  • spendo 70.000  euro all’anno per la formazione. Sì hai capito bene: non è una cifra sparata a caso.
  • trascorro circa tre mesi all’anno negli Usa, girando e incontrando imprenditori del nostro settore, da Khalipa e Malleolo al Box Owner di provincia. Sono ossessionato dalla voglia di comprendere, capire cosa sta succedendo lì. Sì perché l’Italia è uno specchio con 5 anni di ritardo di quello che succede li nel mondo del CrossFit, da sempre
  • quando non sono impegnato a spendere 70.000 euro in formazione o a girare per gli State, passo il mio tempo a studiare, sperimentare, provare, con l’obiettivo di rendere sempre più performanti le mie aziende e far sì che le persone che lavorano con me abbiano degli stipendi dignitosi e dei percorsi di carriera.

Insomma, faccio l’imprenditore, o almeno ci provo.

Se sei convinto che quello che scrivo non ha senso, oppure “che tu sai come si fa” e di saper fare tutto meglio di me e di chiunque altro, ti faccio i miei migliori auguri: a breve sarai costretto a tornare coi piedi per terra e fare una grandissimo bagno di umiltà.

Se invece  anche tu cominci ad intuire che c’è qualcosa di sbagliato in quello che fai e cominci ad avvertire degli allarmi per il futuro, continua a leggere i miei articoli: spero che le mie indicazioni possano risultarti utili per dissolvere un pò di nebbia e renderti più chiara la strada da prendere.

Quando poi finalmente sarai pronto per fare il grande salto, contattami.

​

Saprò come aiutarti.

*****************************************

Vorresti portare il tuo Box ad un livello successivo e diventare il nostro prossimo caso di successo? ​

CONTATTAMI SUBITO

Analizzerò la tua situazione per capire insieme a te se e come posso aiutarti, e potrai avere l’opportunità di cominciare per primo nella tua zona i nostri percorsi formativi e lasciarti tutti i tuoi concorrenti alle spalle.

Caro cliente, ma quanto mi costi?

Caro cliente, ma quanto mi costi?

Caro Cliente,

ma quanto mi costi?

Quanto costa un cliente?

Dentro questa domanda è nascosta una delle insidie più grandi del nostro lavoro di Box Owner: ogni cliente ha un costo, nessun cliente è gratis.

Sì hai capito bene: spero che tu non viva più nel mondo delle favole e ti stia rendendo conto ogni singolo cliente che oggi vogliamo portarci a casa ha un costo: LO DOBBIAMO PAGARE.

“Lead …. che cosa?”

Purtroppo non funziona più come una volta: non ti basterà aprire la serranda la mattina e sperare che entri qualcuno, non ti basterà più aspettare che qualcuno si renda conto di quanto sei bravo, professionale e simpatico.

Oggi la lead generation (acquisizione dei potenziali clienti), ma soprattutto la conversione dei leads in clienti è qualcosa che costa, e anche molto.

E se pensi per acquisire clienti ti bastino quattro post su facebook, sei ancor più fuori strada.

​

L’acquisizione di potenziali clienti oggi deve essere fatta utilizzando tutte le risorse online che quelle offline: bisogna sapere miscelare offline e online in modo oculato e con una strategia (generalmente lo chiamano Piano Marketing) ben precisa e pianificata.

Lascia perdere quindi le Web Agency e gli altri farlocconi che trovi in giro, e comincia a ragionare: cosa e come fare per portare nuovi clienti al tuo Box è mestiere tuo, non di qualcun altro.

NON DELEGARE AD ALTRI QUELLO CHE E’ IL TUO LAVORO DI MICROIMPRENDITORE: trovare clienti è esattamente il mestiere che hai deciso di fare quando hai aperto un Box.

Quello che può fare qualcuno dall’esterno che viene a fare il tuo lavoro, è bruciarti la cassa alla velocità della luce, lasciandoti in mutande in men che non si dica.

E pensa un pò ….. nonostante la ricerca cliente sia mestiere tuo, non ti viene proprio gratis …. anzi.

“Ma allora, quanto costa acquisire nuovo cliente?”

Tanto, più di quello che pensi.

“E cosa devo fare quindi per acquisire nuovi clienti?”

Ti devi formare!!

Hai fatto corsi su corsi per diventare un buon Coach (…aspetta …. forse non hai fatto nemmeno questi di corsi ….. hai a stento il Level 1) e pensa …. il Box Owner invece deve fare tutt’altro che le class!!

Quando Hai aperto il Box, hai deciso di diventare un Microimprenditore …. ci chiamano così, perché sotto il milione di euro di fatturato questo siamo, dei MICRO…BI.

E le attività del microimprenditore sono

  • acquisire clienti
  • tenere i conti
  • lavorare sul marketing della propria azienda

E …. no!! Le class, le pulizie e le altre cose che fai al Box sono esattamente quelle che tolgono tempo a quello che invece dovresti fare per evitare di vedere il tuo Box mangiato dalla concorrenza da qui a due anni.

“Quindi? Che devo fa’?”

Hai una sola scelta: TI DEVI FORMARE!!

Imparare a fare l’imprenditore significa imparare a fare tutte queste attività a cui forse non avevi nemmeno mai pensato, e dove probabilmentenon sai nemmeno da dove partire per cominciare a farle.

Esattamente come ti sei formato per fare il Coach, ora devi formarti per fare l’Imprenditore, anzi, Il Microimprenditore.

Sei convinto che quello che scrivo ha senso?

Oppure “tu sai come si fa” e pensi di saper fare tutto meglio di me e di chiunque altro?

In questo caso ti faccio i miei migliori auguri: a breve sarai costretto a tornare coi piedi per terra e fare una grandissimo bagno di umiltà.

Se invece  anche tu cominci ad intuire che c’è qualcosa di sbagliato in quello che fai e cominci ad avvertire degli allarmi per il futuro, continua a leggere i miei articoli: spero che le mie indicazioni possano risultarti utili per dissolvere un pò di nebbia e renderti più chiara la strada da prendere.

Quando poi finalmente sarai pronto per fare il grande salto, contattami.

Saprò come aiutarti.

Vorresti portare il tuo Box ad un livello successivo e diventare il nostro prossimo caso di successo? ​

CONTATTAMI SUBITO

Analizzeremo la tua situazione per capire insieme a te se e come possiamo aiutarti, e potrai avere l’opportunità di cominciare per primo nella tua zona i nostri percorsi formativi e lasciarti tutti i tuoi concorrenti alle spalle.