fbpx
Condividi

Per fare un tavolo …

ci vuole un fiore

L’articolo di oggi è per tutti:  agli owners,  ai Trainers e ai CrossFitters che popolano i nostri Box.Oggi parliamo della differenza tra Coaching e Cheering: quale è la differenza?

Il coaching è l’arte di insegnare e correggere un movimento con l’obiettivo di fare imparare alla persona la meccanica, per poi aggiungere consistenza (ovvero la frequenza delle ripetizioni o il peso) per poi aggiungere successivamente intensità (ovvero la velocità di esecuzione e la variabile tempo).

Il cheering invece è tecnicamente “fare il tifo” per qualcuno, spronarlo a fare ancora una rep e a credere in se stessi, provare a fare qualcosa che si fatica a fare, aiutare chi si allena con te a non mollare etc.Allora premetto che sì, sono un coach, ma ho iniziato anche io da zero, e ricordo perfettamente le sensazioni dell’inizio e quanto mi rassicuravano e mi aiutavano le persone che si allenavano con me.Perché quando si inizia a fare CrossFit, dopo l’ OnRamp si va in classe, e lì normalmente troviamo persone più esperte di noi che ci incitano a fare meglio e ci sostengono, ed è questo il bello della community.

L’energia che ci danno queste persone, i nostri compagni di wod è impagabile …. ed era la ragione principale per cui tornavo al box il giorno dopo e quello dopo ancora: vedevo che gli altri ce l’avevano fatta, e loro mi dicevano che ce la potevo fare anche io, perché sentire che sei importante per quelle persone è fantastico!!!

Tu quindi che ti consideri un “Veterano” del CrossFit, che lo pratichi da un po’ e frequenti regolarmente Box e Class da anni, sai quanto è importante accogliere e fare sentire a casa quelli che cominciano.

Anche tu hai provato tutto questo quando hai cominciato (perché sì, ricordati che anche tu sei entrato al box che neanche riuscivi a stare appeso alla sbarra e un bilanciere da 20 chili ti pesava come un sacco di cemento). E scivolare dall’incitare al correggere i movimenti dei tuoi compagni di fatica ​ad certo punto ti sembra quasi un obbligo…

Ecco: quando scivoli dal cheering (l’incitamento) ai consigli tecnici, anche se in buona fede, commetti un errore grossolano.

Quello che ha funzionato per te, non funziona per forza su tutti gli altri.​E la differenza fra te e un coach sta proprio qui: la tua esperienza è limitata a quello che tu hai provato su te stesso, un coach oltre a questo, ha (o dovrebbe avere) centinaia di ore di insegnamento alle spalle, corsi, e una preparazione tecnica che tu non hai, che gli permette di capire cosa e quando correggere un movimento.

I tuoi consigli tecnici purtroppo non funzionano perché non essendo coach, non hai l’occhio per capire davvero cosa la persona sta facendo e come dovrebbe provare a correggersi, non sai cosa dire o cosa fare davvero, perché ti manca non solo la conoscenza ma anche l’esperienza del coach.

Mentre pensi di dare un buon suggerimento alla persona, magari la confondi e non migliora; se invece per puro caso il tuo consiglio una volta ha funzionato ricordati che molto probabilmente è stato un caso.

Stesso discorso vale per quelli che hanno preso il Level 1 e si sentono ormai arrivati.Ho una brutta notizia da darti se sei fra questi: il tuo ruolo all’interno di un Box è ancora al massimo il cheering.

Il Coaching è un’ attività ben più complessa,​ e se hai intenzione di avventurartici sappi che è una professione, un mestiere vero e proprio che richiede studio e pratica, ben oltre alle nozioni che hai appreso al Level 1.Il Level 1 non fa di te il coach della class.

Se partecipi ad una class dovresti approfittare dell’occasione che questa ti da ogni giorno: farti correggere e farti guardare da un Coach esperto e lasciare perdere il coaching a spot che puoi fare a chi ti sta intorno, che tra l’altro è anche una mancanza di rispetto nei confronti d​di chi sta tenendo la class la class… arrivi tu bello bello a dare il consiglio dell’ultimo minuto… non è simpatico, te lo assicuro!Invece c’è un ruolo fondamentale che che ​tu che hai un po’ di esperienza hai: è quello che abbiamo visto prima, quello del cheering, quello che crea la community, la crew, e questa è una delle magie del CrossFit, l’amicizia che si crea in queste circostanze, che va oltre la lezione di CrossFit: al box ci sono persone che hanno trovato compagni non solo di allenamento, ma di vita, nuovi amici per la pelle.

Ci sono numerosissime  chat nel nostro box di Cervia, almeno 1 o 2 per classe ….ed è fantastico!!!

Quindi lasciamo al Coach il lavoro del coaching, e concentrati invece sull’ incitare i tuoi compagni come se fosse la partita di calcio dei mondiali più importante mai giocata!!!

“Giorgia Donato”

Ci sono differenze enormi tra “fare l’atleta”, “insegnare”, “saper formare i tuoi Coach”. E per entrambe queste discipline è necessaria pratica, studio e tanto impegno.

Nessuno di noi è nato “imparato” in nessuna di queste tre cose: se sei un owner e senti la necessità di formarti nella formazione dei tuoi Coach, in The Box Partner abbiamo un percorso dedicato a questo.

Se sei interessato e vuoi maggiori informazioni, compila il modulo qui sotto e sarai ricontattato prima di quanto pensi!!

:))

Vorresti portare il tuo Box ad un livello successivo e diventare il nostro prossimo caso di successo? ​

CONTATTACI SUBITO

Analizzeremo la tua situazione per capire insieme a te se e come possiamo aiutarti, e potrai avere l’opportunità di cominciare per primo nella tua zona i nostri percorsi formativi e lasciarti tutti i tuoi concorrenti alle spalle.

Insert Content Template or Symbol